Ieri, oggi e domani…

Gli inizi

Sono illustratrice da diverso tempo e dedico la maggior parte del mio lavoro a sensibilizzare su questioni che mi stanno particolarmente a cuore, come la difesa dei diritti degli animali. Faccio un lavoro che mi piace e a cui ho sempre dedicato tutta me stessa, non potrei immaginare la mia vita senza il disegno. Avendo la fortuna di lavorare con le immagini, ho deciso (o è venuto fuori naturalmente) di utilizzare le mie capacità come veicolo per poter dire qualcosa di mio. Ho iniziato quindi a pensare ad un vero e proprio progetto, qualcosa che fosse di più di una sola immagine, qualcosa che avesse una storia, una sua struttura.

Qualche anno fa ho fatto parte di un bellissima mostra itinerante, Donne ex Fabula, dove un gruppo di illustratrici donne si è posto il problema di illustrare oggi le favole di ieri. Sono ovviamente nati degli interrogativi: cos’è rimasto della tradizione favolistica? Che cosa si è perso o lasciato? Dovremmo recuperare qualcosa? Quanto si sono allontanate le donne dagli stereotipi dei personaggi femminili delle favole? E quali sono i nuovi modelli di riferimento, proposti dalla televisione e dal cinema, prima ancora che dalla letteratura? Un’analisi senza pregiudizi, fatta da donne e sulle donne, per cercare di proporre esempi positivi.

Per questa mostra ho presentato un’immagine di Cappuccetto Rosso, dove il mio personaggio non era più la bambina ingenua e passiva, ma una bambina sveglia e in gamba, che decide di diventare la portavoce dei diritti degli animali del bosco. Proprio da questa immagine, mi è balenata l’idea di crearne un libro e di riscrivere la storia in chiave animalista! E così è stato. Poi, non contenta, ho pensato che forse da questo libro, poteva nascere anche una piccola collana.

La nascita di Cappuccetto Rosso Animalista

Ho pubblicato Cappuccetto Rosso Animalista grazie al crowdfunding ed è piaciuto così tanto anche a scuole e librerie che ho fatto diverse presentazioni. Così ho cominciato a muovermi in quella direzione.

E’ iniziata quindi la mia ricerca di Case Editrici a cui proporre il progetto per farlo crescere. Molti mi hanno risposto entusiasti e propositivi… poi però succedeva sempre qualcosa: o non si presentavano agli appuntamenti o rimandavano. Mi è stata fatta una proposta editoriale da una casa editrice estera a cui ho risposto con entusiasmo, ma al momento della firma del contratto si sono dissolti. In seguito sono anche arrivata a firmarlo un contratto! Ma nemmeno in quel caso il progetto ha preso forma.
A quel punto le strade erano due: lasciar perdere o provarci in un altro modo. E ho scelto la seconda strada. Farò da me! Così mi sono informata, ho iniziato tutta la trafila burocratica (che per fortuna in Germania, dove vivo, è molto più snella) e mi sono buttata.

Quello che mi spinge di base, è anche un grande amore per quello che faccio, credo che senza questo slancio forse mi sarei fermata prima. Quindi, ho ripreso tutto in mano e sono pronta a farlo ripartire. Il Cappuccetto Rosso Animalista verrà ristampato a breve, in un’edizione in cui ho cercato di migliorare alcuni aspetti che spero vi piaceranno.

Presto partirà anche il crowdfunding per il secondo libro pensato per questa collana e quale fiaba poteva seguire a Cappuccetto, se non Hansel e Gretel? Riscritta ovviamente in chiave animalista. La bellissima casetta di marzapane, nella nostra storia, è in realtà… No non vi svelo nulla perché spero che questo nuovo lavoro vi entusiasmi tanto quanto sta entusiasmando me nel crearlo.

Ho in serbo davvero millemila sorprese! Continuate a seguirmi!

Leave a Comment